Azienda e Organizzazione

Formazione
3 Febbraio 2017

La psicologia è oggi concretamente ed operativamente messa in relazione alla realizzazione delle persone nel lavoro e,  al contempo, al successo organizzativo:  un orientamento nuovo e distinto dall’immagine della psicologia legata al disagio, al malessere, alle problematiche del singolo individuo.

La psicologia del lavoro e delle organizzazioni si occupa dei comportamenti delle persone nel contesto lavorativo e nello svolgimento della loro attività professionale in rapporto alle relazioni interpersonali, ai compiti da svolgere, alle regole e al funzionamento dell’organizzazione. I suoi obiettivi sono: favorire sia il massimo benessere per le persone che lavorano, sia il massimo vantaggio per l’organizzazione per cui lavorano; migliorare le condizioni psicologiche, la motivazione ed i rapporti con gli interlocutori di ruolo, con l’azienda e con l’ambiente di lavoro in genere.

Oggi i cambiamenti socioeconomici, le nuove tecnologie, la globalizzazione offrono nuove opportunità, ma rendono più precari gli equilibri collettivi e individuali. Le stesse  aziende sono portate ad evolvere nelle loro mission per massimizzare il valore dei prodotti e dei servizi offerti  piuttosto che produrre di più per aumentare il profitto. Le recenti  crisi dei mercati impongono sfide nuove per le organizzazioni in generale, ma soprattutto per la gestione delle persone che lavorano al loro interno: nel mondo organizzativo, è chiaro che sono le persone e le loro conoscenze/competenze  il vero patrimonio delle aziende. In questo contesto di grande attenzione alle dinamiche organizzative, la psicologia del lavoro e delle organizzazioni, rappresenta un riferimento sempre più significativo per la capacità potenziale di supportare tutte le organizzazioni a più livelli:

livello individuale (selezione del personale, consulenza aziendale, supporto relazionale, potenziamento della leadership, motivazione al successo, focalizzazione degli obiettivi, crescita personale ed empowerment psicologico, miglioramento delle strategie di coping e reazione allo stress, prevenzione del burn out)

livello di gruppo (formazione, team building, sviluppo delle competenze e delle attitudini, studio dei modelli di comunicazione e di interazione, prevenzione e tutela dal mobbing)

livello organizzativo (selezione ed orientamento del personale, analisi del clima, della cultura e osservazione dei comportamenti organizzativi, progettazione, ambienti di lavoro, studio dello stress correlato al lavoro)

livello sociale (empowerment psicosociale, autoefficacia e partecipazione, propensione all’azione, ottimismo, fiducia nel cambiamento, compatibilità lavoro vita privata, politiche di riconversione e reinserimento lavorativo, salute socio-organizzativa)

Contatta i professionisti di quest’area