Giornata mondiale del Migrante e del Rifugiato 2016

Bambini e cibo: educare, prevenire, proporre
26 Settembre 2015
… ma il mio psicologo ha la patente?!
22 Febbraio 2016

Tra l’apertura di una nuova Porta Santa a Lampedusa, terra di confine e di accoglienza, e la chiusura delle frontiere,  promulgata dalla civile Austria; tra la notizia dell’ennesimo sbarco a Lesbo e quella della confisca dei beni preziosi ai rifugiati in Danimarca e Svizzera… lì in mezzo, ci sono loro, i migranti: uomini, donne, vecchi, bambini che scappano, nuotano, sbarcano, camminano, sperano. Alcuni muoiono, altri ce la fanno.

Lì in mezzo c’è il lavoro delle Onlus, delle Associazioni, delle Parrocchie, dei volontari e naturalmente anche degli Stati e dei Governi che decidono di accogliere e di dare a queste persone, un’occasione, laddove la sorte ha deciso per loro diversamente.

Lì in mezzo c’è l’opera di quanti lavorano ad integrare piuttosto che a dividere, a sollevare persone piuttosto che polemiche.

In occasione di questa giornata, Psicoworking vuole ricordare il lavoro di una piccola Comunità Educativa che lavora in Umbra, a Terni e a Guardea, e che da 3 anni, accoglie ragazzi fino ai 18 anni. Dà loro una casa, abiti, libri, regole, amici, scuola, lavoro… insomma dà loro una seconda opportunità.

Da gennaio 2016 infatti la Comunità si presenta con una nuova veste ed un nuovo nome: OPPORTUNITY e spera presto di aprire una nuova sede più grande ed accogliente.

Un saluto ed un in bocca al lupo ai ragazzi ed agli educatori!

Per chi vuole conoscere l’attività della Comunità Opportunity, può visitare il sito: www.comunitaopportunity.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *