… ma il mio psicologo ha la patente?!
22 Febbraio 2016
L’intestino, il nostro secondo cervello
14 Giugno 2016

SONY DSCPiù di un miliardo di  persone coinvolte in tutto il pianeta e ben 192 Paesi aderenti, la Giornata Mondiale per la Terra unisce cittadini del mondo con l’intenzione di celebrare e salvaguardare la Terra come la nostra unica e preziosissima casa. Dal 1970, voluta da J.F.Kennedy e dal senatore G. Nelson, le Nazioni Unite celebrano l’Earth Day ogni anno, un mese e due giorni dopo l’equinozio di primavera, il 22 aprile. Nata come espressione del movimento universitario statunitense, la Giornata della Terra è diventata avvenimento educativo ed informativo, occasione per valutare le problematiche del pianeta, l’inquinamento di aria, acqua e suolo, come anche l’inquinamento elettromagnetico, la distruzione degli ecosistemi, le migliaia di piante e specie animali minacciate e l’esaurimento delle risorse non rinnovabili. Si cercano soluzioni che riducano gli effetti negativi delle attività dell’uomo, come il riciclo dei materiali, la riduzione della dipendenza energetica dal petrolio e gas fossili, il divieto di utilizzo di prodotti chimici dannosi, la cessazione della distruzione di habitat unici come i boschi umidi e la protezione delle specie in estinzione. Si informa sulle nuove forma di inquinamento, per es. quello causato dall’uso moltiplicato dei sistemi informatizzati, internet compreso, che per funzionare ha bisogno di enormi quantitativi di elettricità ottenuta oggi principalmente dall’utilizzo di combustibili fossili, altamente inquinanti per il rilascio nell’atmosfera anidride carbonica in grande quantità. Per esempio “un utente che rimane connesso per 100 ore al mese produce in un anno 86.4 chili di C02, così come chi invia 500 email al mese ne produce in un anno 114 chili, chi guarda 100 video al mese su Youtube produce 43,2 chili annui  mentre un sito internet che riceve centomila visite mensili emette nell’atmosfera 288 chili di anidride carbonica all’anno” (dati www.apprendistatoprovinciaroma.it).

Numerose le iniziative in Italia in occasione di questo evento, le star promuovono le inziative del WWF per preservare l’ambiente;  Apple divulga 27 applicazioni green dal 14 al 24 aprile. A Roma torna il Villaggio per la Terra di Earth Day Italia dal 22 al 25 aprile presso il Galoppatoio di Villa Borghese di Roma: 4 giorni di musica, eventi cultura attività per grandi ma anche per i  bambini che sono davvero la speranza del futuro per la Terra!

Psicoworking

invita tutti i lettori a partecipare agli eventi,

ma soprattutto ad esercitare la “consapevolezza” (che pensiamo essere principalmente materia psicologica)

che ogni gesto quotidiano contribuisce alla costruzione del destino del Terra

da GREY in GREEN!

la foto è di Amalia Grosso

 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *